tel 010542057 0187516448 - Genova e La Speziamassimonicolo@occhioallaretina.it

La degenerazione maculare precoce

La degenerazione maculare legata all’età colpisce primariamente la parte centrale della retina, conosciuta come macula. Il rischio di sviluppare la degenerazione maculare legata all’età aumenta con l’età e supera il 30% all’età di 75 anni. Altri fattori di rischio includono: familiarità, fumo di sigarette, eccessiva esposizione alla luce solare, ipertensione e malattie cardiovascolari.

drusen molli - chiazzette gialle

Fotografia a colori della retina di un paziente che presenta numerose drusen molli (chiazzette gialle)

La maggiorparte delle persone con degenerazione maculare hanno una forma iniziale e possno presentare solo minimi dusturbi visivi o essere completamente asintomatici. Nelal maggiorparte dei casi, la degenerazione maculare non progredisce verso le condizioni più gravi.
Nella retina sana uno strato di cellule chiamato epitelio pigmentato retinico fornisce ai fotorecettori le sostanze nutrienti e elimina i prodotti di degradazione che derivano dai fotorecettori., funzionando come una sorta di pompa.
Negli stadi precoci della degenerazione maculare, il trasporto di sostanze nutrienti e dei prodotti di degradazione da parte dell’epitelio pigmentato retinico va incontro ad un rallentamento. Come conseguenza i prodotti che non possono essere smaltiti si accumulano sotto la retina formando dei piccoli depositi gialli chiamati drusen.

L’oculista che esamina un paziente a questo stadio nota la presenza delle drusen, anche se queste sono solitamente asintomatiche. Quando le drusen vengono identificate, è importante eseguire dei controlli periodici nel tempo. Molte persone dopo i 60 anni hanno le drusen, ma pochi andranno incontro alle forme più gravi di degenerazione maculare.